GS\Webservice\JournalisticContribution Object
(
    [ID] => 863
    [Title] => Giardini in bottiglia - piantare correttamente in bottiglia
    [SubTitle] => 
    [MainPicture] => 
    [Paragraphs] => Array
        (
            [0] => GS\Webservice\Paragraph Object
                (
                    [ID] => 67607
                    [Title] => Una biosfera a casa propria - si può? 
                    [Text] => Sì, si può. Un giardino in bottiglia, in teoria, può resistere in totale autonomia per decenni senza avere bisogno di nessun aiuto esterno, oltre alla luce del sole. Inserendo nella bottiglia una dose ideale di acqua, acqua, gas e sostanze nutritive si rigenerano autonomamente nella quantità necessaria al fine di mantenere la vita all'interno della bottiglia chiusa. 

Fin qui la teoria. Ma passando alla pratica come si prepara correttamente un giardino in bottiglia, di modo che possa svilupparsi questo tipo di ecosistema? Per prima cosa bisogna avere a disposizione una grande bottiglia di vetro o un altro contenitore di vetro che si possa chiudere ermeticamente. Più è grande questo vaso meglio è, perché anche se le piante all'inizio sono piccole, esse cresceranno rigogliose grazie alle ottimali condizioni presenti all'interno della bottiglia. La necessità di spazio sussiste anche nel caso in cui verranno piantate solo poche piante.
                    [HTMLText] => Sì, si può. Un giardino in bottiglia, in teoria, può resistere in totale autonomia per decenni senza avere bisogno di nessun aiuto esterno, oltre alla luce del sole. Inserendo nella bottiglia una dose ideale di acqua, acqua, gas e sostanze nutritive si rigenerano autonomamente nella quantità necessaria al fine di mantenere la vita all'interno della bottiglia chiusa. 

Fin qui la teoria. Ma passando alla pratica come si prepara correttamente un giardino in bottiglia, di modo che possa svilupparsi questo tipo di ecosistema? Per prima cosa bisogna avere a disposizione una grande bottiglia di vetro o un altro contenitore di vetro che si possa chiudere ermeticamente. Più è grande questo vaso meglio è, perché anche se le piante all'inizio sono piccole, esse cresceranno rigogliose grazie alle ottimali condizioni presenti all'interno della bottiglia. La necessità di spazio sussiste anche nel caso in cui verranno piantate solo poche piante. [MainPicture] => GS\Webservice\Picture Object ( [ID] => 312163 [Similar] => [Title] => [Url] => http://files.green-solutions.net/312163 ) [Bold] => [Italic] => [Position] => 0 [FileText] => ) [1] => GS\Webservice\Paragraph Object ( [ID] => 67608 [Title] => Preparare la bottiglia [Text] => Pulite con cura la bottiglia, meglio se con acqua bollente per evitare l'insorgere di malattie o di spore della muffa, che potrebbero mettere a repentaglio la salute delle piante. Inserite nella bottiglia uno strato alto circa 2 cm di ghiaia decorativa ben pulita o di argilla espansa, proprio come si fa nel caso dell'idrocoltura. Questo strato avrà una funzione drenante, per evitare che la terra imputridisca. Aggiungete poi, con molta cautela, uno strato spesso circa 3-5cm di terriccio da giardino. Fate attenzione, durante questa fase, che la bottiglia resti ben pulita. Per essere certi che il collo della bottiglia resti pulito utilizzate un imbuto preparato con carta o con un foglio di alluminio. Chi vuole essere totalmente dalla parte del sicuro, può far bollire il sostrato in una vecchia pentola prima di inserirlo in bottiglia. In questo modo non lascerete spazio all'insorgenza di malattie delle piante. Una volta terminata questa preparazione potrete iniziare a piantare le piante nel vostro giardino in bottiglia. In primo luogo è importante cercare le piante giuste, scegliendole di statura bassa, ma soprattutto sane e senza parassiti. [HTMLText] => Pulite con cura la bottiglia, meglio se con acqua bollente per evitare l'insorgere di malattie o di spore della muffa, che potrebbero mettere a repentaglio la salute delle piante. Inserite nella bottiglia uno strato alto circa 2 cm di ghiaia decorativa ben pulita o di argilla espansa, proprio come si fa nel caso dell'idrocoltura. Questo strato avrà una funzione drenante, per evitare che la terra imputridisca.

Aggiungete poi, con molta cautela, uno strato spesso circa 3-5cm di terriccio da giardino. Fate attenzione, durante questa fase, che la bottiglia resti ben pulita. Per essere certi che il collo della bottiglia resti pulito utilizzate un imbuto preparato con carta o con un foglio di alluminio.

Chi vuole essere totalmente dalla parte del sicuro, può far bollire il sostrato in una vecchia pentola prima di inserirlo in bottiglia. In questo modo non lascerete spazio all'insorgenza di malattie delle piante.

Una volta terminata questa preparazione potrete iniziare a piantare le piante nel vostro giardino in bottiglia. In primo luogo è importante cercare le piante giuste, scegliendole di statura bassa, ma soprattutto sane e senza parassiti. [MainPicture] => [Bold] => [Italic] => [Position] => 1 [FileText] => ) [2] => GS\Webservice\Paragraph Object ( [ID] => 67609 [Title] => Con le varietà esotiche si ottengono risultati particolarmente belli. [Text] => Proprio le piante esotiche che originarie della foresta pluviale si adattano al meglio alle condizioni presenti nella bottiglia. Sono particolarmente adeguate alcune varietà di bromelie di bassa statura come Catopsis nitida, Cryptanthus warren loosei o Cryptanthus bivittatus. Tra le varietà di felci che restano piccole Aglaomorpha heraclae mini, Aplamorpha meyeniana mini, Asplenum daucifolium e Davallia fejeensis sono perfette per essere coltivate in un giardino in bottiglia. Le varietà di mini orchidee più indicate per i giardini in bottiglia sono ad esempio: Aerangis citrata e Aerangis rhodostricta con fiori bianchi, e Ascocentrum pusillum dai fiori rosa, così come la varietà con fiori multicolore Haraella ordorata. I muschi decorativi, ma anche un ramo della vostra soleirolia preferita, possono fungere da elementi decorativi. Nei primi giorni la quantità d'acqua deve essere tale che si veda uno strato di rugiada sulla bottiglia al mattino, che poi si asciuga durante il giorno. Se il biotopo è troppo umido, lasciate aperta la bottiglia, fino a quando il grado di umidità sarà quello giusto. In seguito basterà controllare che le piante siano sane. [HTMLText] => Proprio le piante esotiche che originarie della foresta pluviale si adattano al meglio alle condizioni presenti nella bottiglia. Sono particolarmente adeguate alcune varietà di bromelie di bassa statura come Catopsis nitida, Cryptanthus warren loosei o Cryptanthus bivittatus. Tra le varietà di felci che restano piccole Aglaomorpha heraclae mini, Aplamorpha meyeniana mini, Asplenum daucifolium e Davallia fejeensis sono perfette per essere coltivate in un giardino in bottiglia. Le varietà di mini orchidee più indicate per i giardini in bottiglia sono ad esempio: Aerangis citrata e Aerangis rhodostricta con fiori bianchi, e Ascocentrum pusillum dai fiori rosa, così come la varietà con fiori multicolore Haraella ordorata. I muschi decorativi, ma anche un ramo della vostra soleirolia preferita, possono fungere da elementi decorativi.

Nei primi giorni la quantità d'acqua deve essere tale che si veda uno strato di rugiada sulla bottiglia al mattino, che poi si asciuga durante il giorno. Se il biotopo è troppo umido, lasciate aperta la bottiglia, fino a quando il grado di umidità sarà quello giusto. In seguito basterà controllare che le piante siano sane. [MainPicture] => GS\Webservice\Picture Object ( [ID] => 312164 [Similar] => [Title] => [Url] => http://files.green-solutions.net/312164 ) [Bold] => [Italic] => [Position] => 2 [FileText] => ) ) [ContentReferences] => GS\Webservice\ContentReferences Object ( [ID] => 0 [MainPicture] => [HasDecoIdeas] => 1 [HasGardenIdeas] => 1 [HasGardenPractice] => 1 [HasPlantdoctorReports] => [HasPlants] => 1 [HasSimilarPlants] => [HasPlantPartners] => [HasProducts] => 1 [HasProjects] => 1 [HasPromotions] => [HasRecipes] => [HasSeasonalTipps] => 1 [HasVideos] => [HasPlantCareInstructions] => 1 ) [Type] => 4 [Description] => )
Prodotti
Floragard - Facebook Floragard - Twitter